Indirizzo di saluto

Come sapete siamo appena tornati dalla missione negli Stati Uniti. Siamo stati accolti magnificamente sia a New York dal nostro Ambasciatore all’ONU, ma anche in Ambasciata a Washington. Sia alle Nazioni Unite sia a Washington, abbiamo vissuto un’esperienza molto importante e siamo convinti che oltre ad aver appreso molto, abbiamo...


Introduzione

Vorrei poter iniziare ricordando il forum introduttivo di martedì scorso poiché molti di voi non erano presenti. Meritano di essere menzionate relazioni presentate dagli stagisti Vallefuoco, Lapegna e Cittadini, per la qualità con cui è stato trattato il tema della cooperazione dell’Unione Europea in Africa, in Asia e in America...


Cosa significa “solidarietà europea”? Voci dal mondo reale

Porgo il mio ringraziamento al Professor Massimo Caneva per l’invito, poiché non essendo un grande esperto dell’Unione Europea devo alla nostra amicizia l’occasione di potere essere qui con voi. Come lui stesso accennava all’inizio, vorrei evidenziare il legame affettivo che mi lega all’AESI, ormai da parecchi anni e che guarda...


Riflessioni sul pilastro europeo dei diritti sociali

Anche io tendo a credere che una riflessione fondamentale della solidarietà europea si giochi nel mondo globale. Molti dei problemi di scarsa solidarietà, di crescita, delle diseguaglianze, della disoccupazione, di povertà, sono fattori che rinviano a fenomeni che hanno luogo negli Stati europei, ma soprattutto anche nel mondo globale, e...


È finito il feudalesimo?

Esprimo condivisione alle critiche espresse. Certamente la sollecitazione che viene dall’intervento dell’ambasciatore è importante: la nostra classe politica, o almeno fino ad ora, è un elemento di crisi interna dell’Italia e dell’UE. Eludendo osservazioni su Macron e commenti a livello internazionale vorrei rappresentare una circostanza avvenuta subito dopo le elezioni...


Com’è l’Europa oggi e come dovrebbe essere? La necessità di interrogarsi sul presente e sul futuro dell’Europa

Buonasera a voi tutti, buonasera Amb. Varvesi, buonasera ragazzi, sono Vittorio Calaprice, lavoro qui alla rappresentanza in Italia della Commissione Europea che ospita ormai da tanti anni incontri dell’AESI e di varie associazioni, centri di studi e un po’ l’insieme della società civile, politica che si occupa di Europa. Essa...


La solidarietà europea, un’alternativa al liberismo senile

Vi sono degli strumenti che ci ha dato il dott. Calaprice che io tradurrò in chiave storica. Qual è questa traduzione? È il fatto che, più o meno dagli inizi degli anni ’90, la parte vincente del mondo, quella che si definiva capitalista e anche l’Italia, ha imboccato una strada...


La storia ha il suo prezzo, anche per l’ideale politico europeo

Siamo in un’epoca in cui vi è una notevole difficoltà nel conciliare, da un lato, l’ideale politico dell’Unione Europea, quell’Unione Europea delineata dai padri fondatori, e quella di oggi, forse da rifondare, e, dall’altro, gli interessi economici. In un periodo di grave crisi d’identità, due sono le cause più rilevanti...


L’economia solidale europea: successi e limiti

L’Europa risulta attualmente il primo donatore mondiale di aiuti allo sviluppo ed esercita un ruolo attivo nelle varie sedi decisionali, quali G7, G20 E CAS (Comitato di Aiuto allo Sviluppo), incaricate porre in essere strategie. In seno all’Unione Europea queste sono formulate mediante “programmi geografici”, ovvero programmi di cui singoli...


Dalla Convenzione di Yaoundé (1963) all’Accordo di Cotonou (2000). Una breve analisi sui cambiamenti nei rapporti economici ufficiali tra Unione Europea e Stati africani

“L’Europa potrà, con mezzi accresciuti, perseguire l’attuazione di uno dei compiti fondamentali: lo sviluppo del continente africano” (Schuman, 1950) Quando Robert Schuman affermava questo nella sua famosa Dichiarazione del 1950, non intendeva prospettare una linea politica europea da attuarsi in un futuro più o meno lontano, bensì nell’immediato presente. Bisogna...


L’impegno dell’Unione Europea per lo sviluppo dell’America Latina

La volontà dell’UE di affermarsi quale attore internazionale in grado di estendere la propria influenza positiva e promuovere la crescita dei paesi in via di sviluppo secondo i principi democratici, spinse le istituzioni europee alla conclusione di diversi accordi di cooperazione con paesi terzi. Questo obiettivo diede vita ad un...