Europa e crisi nel Mediterraneo: dialogo, cooperazione e stabilità

La fine della guerra fredda e la globalizzazione sono fenomeni correlati. La crisi europea è un insieme di crisi non gestite: la crisi economica del 2008, quella del debito sovrano del 2010, il default della Grecia del 2015 e quella delle migrazioni del 2016. Quello che sta accadendo alla società occidentale segue la metafora dell’onda: si cammina sulla spiaggia quando all’improvviso arriva un’onda che ci trascina a terra. Proprio come si perde la sabbia sotto i piedi, si stanno perdendo i valori fondamentali. Oggi abbiamo bisogno di un New Deal, di un’idea, e non di un Piano Marshall, ovvero di una qualsivoglia forma di assistenzialismo per far fronte alle crisi molteplici e multiformi del mondo attuale.