Le sfide dell'Unione europea

Le principali sfide dell'UE per l'anno 2017

Il 2017 sarà un anno difficile per l’Unione Europea ma anche di grandi opportunità. Avremo una ridefinizione già in atto degli equilibri transatlantici, determinata a partire dalla nuova presidenza Trump, dai nuovi rapporti con la Russia e infine dalle nuove elezioni interne che si terranno in Olanda, Francia, Germania che porteranno a nuovi equilibri politici. Di fronte a tutto questo, a 60 anni dai Trattati di Roma, l’Unione Europea dovrà rispondere a sfide importanti e la qualità di queste dipenderà dall’entusiasmo con cui i cittadini si riapproprieranno del progetto europeo.

Le sfide

La prima fondamentale sfida è la migrazione: qui avremo un ruolo importante come Unione Europea non soltanto nel rispondere alle emergenze, come la situazione in Siria e i flussi importanti in entrata in Italia, ma anche nella ricostruzione in Africa con l’aiuto dei compact e l’assistenza finanziaria ai paesi in via di sviluppo. Un’altra sfida è anche quella del terrorismo globale: questa necessita di maggiore solidarietà, sharing di intelligence e azioni congiunte tra tutti gli Stati membri per far sì che l’Italia e L’Europa siano percepite come sicure e unite. La terza sfida che determinerà il futuro della nostra Unione è la globalizzazione economica: la possibilità di dare ai giovani in particolare nuovi posti di lavoro e nuove prospettive anche con soluzioni innovative come il digitale, le nuove occupazioni e le skills.

Se l’Unione Europea saprà rispondere in modo convincente a queste tre grandi sfide della globalizzazione potremo dire che nel 2017 c’è stato un rilancio del progetto. La Commissione Europea e la Rappresentanza in Italia stanno facendo tutto quello che è possibile per far sì che questo avvenga.