La Delegazione AESI ricevuta presso l'Ambasciata Italiana negli Stati Uniti d'America a Washington DC

ITALIAN EMBASSY IN WASHINGTON (3000 Whitehaven Street, N.W.)

Welcoming remarks and overview of the bilateral relations between Italy and US
Min. Plen. Maurizio Greganti - Deputy Chief of Mission Italian/Embassy in WDC
Brief Remarks - Video AESI “Rome International Seminar” for Peace
Prof. Massimo Maria Caneva - President AESI
Prof. Erwan Lagadec - Research Professor of International Affairs, Elliott School of International Affairs - George Washington University – Washington DC Prof. Christine Gettings - Director for International Programs and Partnerships
Prof. Amy Marrion -  International Program Manager, School of International Service  American University  Washington DC 

Welcoming remarks and overview of the bilateral relations between Italy and US

In data 11-04-2018 ha avuto luogo, presso la sede dell’Ambasciata Italiana a Washington DC, un incontro internazionale tra diplomatici, professori e delegazioni di studenti italiani ed americani. L’incontro rientrava nella fitta agenda di appuntamenti previsti nell’ambito della Missione AESI 2018 negli USA fortemente promossa dall’AESI volta a promuovere un vero e duraturo dialogo tra il mondo accademico, diplomatico e militare. Valorizzato dalla presenza di attori diplomatici ed universitari, l’appuntamento è stato quindi ricco di significato e la discussione si è articolata in tre argomenti principali quali:

 

-       Il ruolo della diplomazia

  • La cooperazione universitaria
  • L'analisi della risoluzione dei conflitti negli scenari di crisi

Moderava l’incontro la “First Segretary of Cultural Affairs” Cons. Giulia Prati che, dopo una breve ed attenta introduzione ha passato la parola ai relatori.

 

Il Min. Plen. Maurizio Greganti - Deputy Chief of Mission Italian/Embassy in WDC ha aperto la sessione con dei cenni storici circa la nascita degli Stati Uniti d’America, citando importanti personaggi quali Thomas Jefferson, Benjamin Franklin ed Abraham Lincoln, per poi proseguire evidenziando l’importanza della diplomazia e sottolineando le storiche relazioni diplomatiche tra Italia e USA che sono state utili nel passato, sono importanti nel presente e saranno preziose per la futura stabilità geopolitica internazionale. Nella Sua trattazione ha anche condiviso i dati che vedono l’Italia come secondo fornitore di truppe ed equipaggiamenti per le missioni internazionali ONU dopo gli USA, ed ha concluso toccando la recente cronaca elettorale italiana, definendola un periodo di transizione comunque finalizzato a mantenere forti relazioni diplomatiche con gli States.

Brief Remarks and Video Rome International Seminar University Cooperation Program for Peace in the Middle East. La sessione ha trovato un momento di pausa con la condivisione di questo contributo video riguardante uno dei passati progetti di cooperazione universitaria promossi ed organizzati dall’AESI.

 

Il Prof. Massimo Maria Caneva - President AESI
Dopo aver umanamente confessato di emozionarsi nel ricordare quell’esperienza, si è concentrato fortemente sui temi di cooperazione, solidarietà e unità di azione, rimarcando l’importanza della cooperazione tra università, diplomazia e forze armate da svolgersi direttamente sul campo di questi scenari di crisi globali. Portando ad esempio proprio l’esperienza di cooperazione mostrata in video, ha raccontato di come studenti palestinesi, israeliani e di altre parti del mondo riuscissero tramite questi programmi a trovare la via del dialogo e dell’intesa, nonostante i loro storici conflitti e difficoltà. Ha fortemente condannato l’idea di un’Università divisa in settori iper specialistici, con compiti diversi e solitari di ricerca, insegnamento, valorizzando invece la missione di servizio alla società dell’Università nell’ambito della Comunità Internazionale. Ha concluso poi distanziandosi completamente dall’idea che vede una fredda e spietata competizione alla base del successo e del prodotto di qualità, proponendo invece la cooperazione, da applicare alla vita di tutti i giorni, come attività davvero utile alla società e fondamentale al raggiungimento di risultati veramente importanti. 

 

Il Prof. Erwan Lagadec - Research Professor of International Affairs, Elliott School of International Affairs - George Washington University
Ha dato vita al suo intervento dichiarando che uno degli obiettivi del ruolo dell’Università è quello di contribuire alla creazione del concetto di “pace”. Esponendo poi con consapevole disinvoltura alcune differenze presenti nei sistemi di pace creati dalle diverse società e civiltà che hanno caratterizzato la storia umana e presentando brevi confronti tra impostazioni universitarie medioevali ed attuali, ha proseguito la sua trattazione riprendendo il concetto di “unità universitaria” sollevato dal Presidente AESI ed integrando ai principali compiti universitari anche quello di fornire un completo bagaglio tecnico e culturale allo studente, definito “body of knowledge”, necessario ai fini della sua vita personale e professionale. La condivisione si è poi conclusa con l’introduzione dell’interessante concetto di “soft power” che vede l’università come un attore importante nella sua costruzione, alimentazione ed infine possibile controllo.

 

Il Prof. Matt Meekins - Senior Director of Strategic Partnerships American University 
Ringraziando gli altri relatori e mostrando interesse per i temi trattati, ha subito aperto il suo discorso domandando quanti fossero gli studenti presenti in aula ad aver usufruito di un periodo di studi all’estero. Il suo punto di vista ha trovato la massima espressione su concetti quali “scambio culturale” ed “esperienze di connessione degli studenti con realtà estere”. È lui stesso direttore di un programma internazionale denominato SIS (School of internationl service’s) offerto e curato dalla American University di Washington DC. Tra suoi studi passati ne è presente uno su come la proliferazione delle classifiche universitari impatti sul processo decisionale istituzionale e sulle singole scelte degli studenti.

 

Alle 6.45 pm Panel Students’ Discussion: students of AESI, American University and GWU will discuss on the theme “University and Diplomacy Cooperation promoting Peace”

 

Una volta terminate le analisi offerte dai relatori, si è aperto un dibattito “con” e “tra” le delegazioni di studenti presenti. Sono quindi emerse domande e considerazioni quali:

  • La necessità urgente di una riforma radicale delle Nazioni Unite
  • Eliminare l’approccio competitivo nella vita universitaria
  • Rendere più presente uno stile di cooperazione nella struttura universitaria
  • Comunicare con le giovani generazioni e renderle partecipi dello sviluppo e della pace
  • Promuovere e supportare le giovani generazioni